GIUSEPPE D’AMATI: “PASSO DOPO PASSO” IL NUOVO SINGOLO DEL GIOVANE CANTAUTORE PUGLIESE [INTERVISTA]

Pubblicato dall’etichetta Rusty Records, il caleidoscopico pezzo che unisce pop, folk e accenni di musica classica, anticipa il progetto #robadamati

La canzone “Passo Dopo Passo” di Giuseppe D’Amati, è in gran parte autobiografica. E’ dedicata a chi insegue i propri sogni, a sua volta inseguito al tempo che scorre incessantemente. Il testo, tuttavia, può essere “indossato” da chiunque lo ascolti, ed è accompagnato da un arrangiamento dinamico, deciso e coinvolgente, il quale alterna sonorità pop, folk e un pizzico di musica classica.

 

Quando inizi ad avvicinarti al mondo della musica?

“Sono a contatto con la musica sin dalla nascita, avendo entrambi i genitori musicisti, e già da piccolo mi capitava di preferire piccoli strumenti musicali ai giocattoli, e poi all’età di 6 anni ho mosso il mio interesse per la musica in maniera importante e ho cominciato a studiare chitarra con papà, successivamente ho studiato e completato gli studi in conservatorio, poi, il percorso è stato pieno di esperienze, in ogni stile musicale, non solo classico, e il tutto, per non dilungarmi, mi ha portato ad essere quello che sono, e a fare quello che faccio.”

Passo dopo passo è il tuo nuovo singolo di cosa parla?

“Si, e il mio singolo, pubblicato con l’etichetta milanese “Rusty Records”, e approfitto per salutare e ringraziare Maurizio Rugginenti, e il mio produttore Massimo Morini.
Passo dopo Passo, segna l’inizio “ufficiale”, il battesimo, del mio lato cantautorale.
Il brano è per gran parte autobiografico, dedicato all’inseguimento di un sogno, col tempo che scorre incessantemente.
Al tempo stesso ha un testo che può essere “indossato” da chiunque lo ascolti, accompagnato da un arrangiamento forte, dinamico e deciso, con sonorità fatte di alternanze tra il pop, il folk e il classico.”

Un incontro che ha segnato il tuo percorso artistico?

“Incontri ne ho avuti, tra i quali: Gipsy King, Antonella Ruggiero, Peppino D’Agostino, Simona Molinari, Renzo Rubino, Dolcenera, e altri, tra i quali 2 band delle quali sono stato parte integrante, e che mi hanno dato tanto da portarmi con me (Orchestra Mancina e Terraròss)…ma vi assicuro che ogni incontro è fondamentale per qualcosa, è sempre occasione di “rubare”(positivamente) esperienza che poi plasmo e rendo mia, e la porto sui miei palchi con me.”

Live in programmazione?

“Qualsiasi notizia e novità, su di me e sui miei impegni artistici, è possibile trovarla sulle mie pagine social “facebook / instagram” ed è in allestimento il mio sito www.giuseppedamati.it
Inoltre il brano si può acquistare e scaricare su iTunes, spotify, shazam, amazon, e su youtube è presente il videoclip ufficiale.”

BIO
Chitarrista e Cantautore di Massafra (TA), nato nel 1990. Diplomato in chitarra al Conservatorio di Taranto, la studia da quando ha 6 anni. Vanta esperienze artistiche di ogni tipo e genere musicale, sia da solista che con band, tra i quali spicca l’Orchestra Mancina (con la quale ha aperto concerti ad artisti di fama nazionale come Dolcenera, Paolo Belli e Simona Molinari). Come solista ha aperto i concerti di Antonella Ruggiero e i Gipsy King e suonato a Madrid, Barcellona, Stoccolma e Londra. Ha partecipato a decine di concorsi in tutta Italia, vincendone tre: “Liguria Selection”, “Fantastico Festival” e “Oltre il Juke Box”. Il suo progetto si intitola “#robadamati”.

Precedente GIULIA PRATELLI: “VENTO D’ESTATE” È LA REINTERPRETAZIONE IN CHIAVE MALINCONICA DEL CELEBRE BRANO DI MAX GAZZÈ E NICCOLO' FABI [INTERVISTA] Successivo Corvo, è uscito il nuovo video "Frammenti (di Te)"